Autovelox 106

Cos’è l’autovelox 106?

Il suo nome è autovelox 106, l’ultimo gioiello di casa Sodi Scientifica di Calenzano (FI). Dopo una prima versione, omologata e commercializzata già nel 2014, tre anni dopo, nel marzo 2017, l’azienda fiorentina omologa e propone sul mercato la versione bidirezionale, battezzata proprio con il nome “Autovelox 106 Bidirezionale“.

Come nasce il modello 106 ?

Già molto precisa e affidabile la prima versione, la bidirezionale si distingue appunto per la sua capacità aggiuntiva di misurare la velocità dei veicoli che viaggiano in entrambi i sensi di marcia sullo stesso tratto di strada. Distribuito in due versioni, l’autovelox 106, a differenza dei suoi predecessori, può essere installato anche in modalità fissa. Non perché le versioni precedenti non lo fossero, installabili in postazione fissa, ma il 106 si installa in modalità fissa anche su un palo o su una struttura a cavallo della strada (es. portale, cavalcavia, ecc) , quindi è più sicuro e discreto dal punto di vista della manomissione, fenomeno questo tanto osteggiato dal Ministero dei Trasporti. Un’altra importante novità è rappresentata dalla nuova e completamente rivista “barra” di rilevamento, ovvero l’unità che segnala il passaggio di un veicolo oltre il limite di velocità imposto. Sostanzialmente, con il nuovo prodotto autovelox 106 la Sodi Scientifica è riuscita a racchiudere, in un unico dispositivo, tutte le caratteristiche più importanti per un misuratore di velocità di alta fascia.
Esteticamente perfetto, con il suo unico obiettivo dalla forma di un occhio umano e con la sua tecnologia “time of flight“, in italiano tempo di volo, l’autovelox 106 riesce a intercettare il veicolo in passaggio nella sua esatta posizione. Insomma, grande battaglia al suo concorrente diretto, il VELOMATIC 512 prodotto dalla Eltraff Srl di Concorezzo (MB), fino a ieri l’unico dispositivo bidirezionale, in configurazione mobile, capace di rilevare appunto i veicoli nei due sensi di marcia.
Anche questo prodotto lo potrai acquisire con la formula del noleggio dalla nostra azienda, tramite il sito web NoleggioAutovelox.it.

autovelox 106

Autovelox 106 in postazione mobile

Come già detto, lo strumento può essere utilizzato dal personale di polizia stradale anche in configurazione mobile. In questo caso, la sua installazione può essere effettuata in modo rimovibile all’interno dei veicoli di servizio, tramite l’ausilio di staffe di fissaggio al cruscotto dell’auto.
In aggiunta, il misuratore elettronico della velocità autovelox 106 prevede il montaggio su treppiede regolabile in altezza e posizionabile a lato della strada. In tutti e due i casi, le postazioni mobili devono essere obbligatoriamente segnalate con regolare cartellonistica di preavvertimento, su cui è necessario indicare la presenza del punto di controllo con la dicitura “controllo elettronico della velocità” oltre al simbolo dell’autorità che esegue il servizio.

Autovelox 106 e le sue speciali caratteristiche

Di grande interesse, è sicuramente il nuovo sistema di controllo contemporaneo delle due corsie (bidirezionalità), non più ottenibile tramite l’adozione di due fotocamere, bensì per mezzo di una sola camera digitale e un particolare dispositivo brevettato.
Altra caratteristica di rilievo è la capacità automatica di oscuramento del parabrezza dei veicoli ripresi. Tale funzionalità permette il rispetto della privacy degli occupanti dei veicoli segnalati.
Non poteva mancare inoltre, la capacità dell’autovelox 106 di funzionare in notturna ovvero in mancanza totale di illuminazione. Infatti, grazie a dei flash in dotazione, il dispositivo è in grado di controllare, con elevata precisione, la velocità dei veicoli transitanti nei due sensi di marcia.

Lascia un commento